Archivio notizie

La Virtus non brilla, l’arbitraggio fa il resto

Pubblicato in - 2019-01-21 13:39:00

Il derby di campionato tra Salinis e Virtus Noicattaro si conclude con un pareggio inutile per entrambe le compagini.

Una partita che avrebbe dovuto avere sicuramente un esito differente, anche prese in considerazione le motivazioni che spingevano i virtussini a conquistare i tre punti. Gara non troppo emozionante che si accende solo nel finale con delle scelte scellerate della terna arbitrale. Il 2 a 2 finale è emblema di una gara avara di grandi giocate, nella quale brilla solo il goal di tacco di Rotondo.

Chiaffarato schiera il solito quintetto di base con De Simone, Paz, Leggero, Rotondo e Ferdinelli. Per gli ospiti dal primo minuto Tatonetti tra i pali, capitan Termine, Senna, Bocca e Marcelinho.  Ad aprire le danze è Mario Paz, al quale risponde Bocca centrando un palo dalla distanza. Ancora Salinis all’attacco con De Simone costretto a superarsi su Marcelinho. I salinari non perdono tempo e inseriscono già nel primo tempo il portiere di movimento. La squadra di mister Lodispoto sembra voler tenere il possesso sfruttando la superiorità numerica, i margheritani non pungono ed il primo tempo si conclude per 0 a 0; partita che non riscalda il pubblico accorso numeroso al Pala D’Aprile di Polignano.

Nella ripresa i ragazzi di mister Chiaffarato sembrano avere un altro spirito ed aggrediscono la porta difesa da Tatonetti: prima con una punizione di Rotondo, poi con una sortita offensiva di Paz ed infine ancora con il numero 5 conversanese; Virtus sfortunata in questi frangenti. Lodispoto risfodera la carta del portiere di movimento per spegnere l’ardore dei granata, ma questa volta è un errore grossolano di Marcelinho a condannare il tecnico rosanero. È proprio l’espertissimo giocatore brasiliano a sbagliare un semplice controllo infilando di conseguenza la palla nella sua porta e realizzando l’1 a 0 per i padroni di casa. De Simone in uscita libera sfiora la rete da centrocampo. Reagisce la Salinis con la traversa di Marcelinho che successivamente costringe l’estremo difensore virtussino ad un miracolo sul secondo palo. È Senna a trovare la via del pari con un diagonale insidioso da posizione defilata. Passano poco più di venti secondi per consegnare al tabellino il solito goal di Paolo Rotondo, questa volta di tacco, sorprendendo l’inerme Tatonetti. Nel finale succede di tutto: Luca Leggero a tre minuti dalla fine viene nuovamente ammonito per un fallo quantomeno sospetto, ma che era comunque condizionato da un tocco di mano di un giocatore rosanero. I virtussini, già stremati, sono costretti a difendere in quattro contro cinque per due minuti effettivi; proprio quando sembrava fatta, ad un secondo dal rientro del quinto uomo i rutiglianesi subiscono la rete del pari. La sfida finisce con un pareggio per 2 a 2 che non aiuta nessuna delle sue compagini.

La quattoridicesima gara di campionato vedrà la Virtus Rutigliano affrontare il più quotato Futsal Cobà, quinto in classifica a più 8 rispetto ai granata. La gara sarà nuovamente disputata in casa con probabili grosse novità inerenti la struttura di gioco.

VIRTUS RUTIGLIANO 2 (AUTORETE, ROTONDO)

SALINIS 2 (SENNA, SENNA)

Commenti