Archivio notizie

Pagelle Atletico Cassano vs Virtus Rutigliano (1 a 2)

Pubblicato in - 2018-11-03 19:30:00

La grande vittoria esterna dei granata raccontata attraverso le singole prestazioni dei virtussini scesi in campo

Maggiolini Antonio (9,5): Prestazione Perfetta, sempre attento e concentrato su tutte le offensive avversarie. Ottimo nelle uscite ed altrettanto nei rinvii lunghi, sempre diretti verso il compagno posizionato meglio nel campo. Il rigore e la conseguente ammonizione sono figli di un eccesso di generosità verso i padroni di casa, da parte dell’arbitro.

Luca Leggiero (8): Partita da vero leader difensivo. Perfetto in tutte le uscite da situazioni di gioco difficili, sempre presente in tutte le chiusure difensive. Non lascia spazio ai fenomeni offensivi che mister Parrilla schiera per metterlo in crisi, annullandoli completamente. Da Leggiero non si passa.

Mario Paz (8): Ennesima gara da fenomeno. Per lui tanta qualità e quantità da mettere al servizio di mister Chiaffarato, il quale mai rinuncerebbe al talento spagnolo. Abile a metter in crisi la difesa avversaria e concentratissimo in fase difensiva schermando le offensive dei “pellicani” al meglio.

Nicola Primavera (7,5): Quanto sia importante la sua presenza nello scacchiere tattico del mister conversanese lo si percepisce quando – causa espulsione – è costretto a stare fuori. Fondamentali i suoi centimetri in fase offensiva e la sua cattiveria agonistica per le coperture più proibitive. Subisce numerosi falli che portano anche alla determinante prima ammonizione di Perri.

Americo Dos Santos (7): In continua crescita il talentino brasiliano. Il classe 1999 sembra un altro giocatore rispetto a due mesi fa: molta più concretezza, più forza fisica e più determinazione. Manca solo la via del goal al paulista.

Ramiro Pozzi (7,5): Il mastino di mister Chiaffarato. Spezza tutte le trame di gioco degli avversari con la grinta che lo contraddistingue. Vince una grossa parte dei duelli fisici che ingaggia e sfiora un goal da cineteca, evitato solo dal miracolo di Dbenedetto.

Roberto Ferdinelli (6,5): Prestazione di carattere ma condizionata dall’infortunio sortito in settimana che ha limitato il minutaggio del talento molese. Comunque presente quando mister Chiaffatato lo ha chiamato in causa.

Commenti