Archivio notizie

Virtus Rutigliano - Real Rogit: LE PAGELLE

Pubblicato in Serie A2 - 2018-10-17 18:58:00

Voti della gara tra Virtus Rutigliano e Real Rogit, conclusasi per 5 a 3

 

LUCA LEGGIERO(8): Imperioso. Sempre al posto giusto al momento giusto. Impossibile indicare errori nella sua gara, soprattutto in fase difensiva. La differenza d'esperienza c'è e si vede tutta. La ciliegina sulla torta è il rigore messo a segno con eccezionale freddezza.

 

ROBERTINO FERDINELLI (8+): Il senso del suo talento è dato dal tunnel che propizia la rete del 4 a 1. Da lui ci si aspetta il tocco di classe che spezzi le difese avversare, quest'oggi abbiamo avuto modo di vedere più di una giocata da fuoriclasse.

 

MARIO PAZ(8): Anche lui strepitoso. Tanta velocita e tanto talento al servizio della squadra. Gioca con la spregiudicatezza di un ventenne, ma al servizio del team mette tutta la sua esperienza. Due reti favolose che lo rendono il capocannoniere della Virtus Rutigliano.

 

NICOLA PRIMAVERA(7+): Prestazione da incorniciare. Si reinventa Pivot ed aiuta la squadra nella manovra in modo eccezionale. Si procura innumerevoli falli e rende fluida la manovra grazie alla sua fisicità spalle alla porta. La rete del 3 a 1 è emblematica del suo stato di forma ottimale.

 

ANTONIO MAGGIOLINI(7): Risponde con una prestazione fenomenale alle critiche mosse in settimana dopo la partita di Andria. Nel primo tempo è una vera e propria diga, para davvero tutto. Nella seconda frazione, complice la stanchezza, commette qualche errore di troppo che comunque non pregiudica la gara

 

RAMIRO POZZI (6+): Tanta corsa e tanti duelli vinti per il giocatore argentino. Entra a gara in corso per dare un supporto quantitativo alla squadra. Ha l’unica colpa di non aver siglato la rete dell’1 a 0 quando ne ha avuto l’occasione, per il resto gara ineccepibile.

 

GABRIEL KERPEN(6+): Non sbaglia niente il neoacquisto virtussino. Partita regolare ed ordinata, purtroppo interrotta da un grave infortunio che lo terrà lontano dai campi di gioco per molto tempo.

 

MATTHEW DOS SANTOS (6): Entra in campo per pochi minuti ed è sempre nel vivo della manovra. Dal talento del giovane brasiliano classe 1999 ci si aspetta sicuramente di più. A posteriori buona partita anche la sua.

Commenti